Home >> Notizie

Comunicato stampa

Comunicare la scienza sui social network. Edizione speciale di Pint of Science per AISM

19/03/2018

In occasione dei 50 anni di AISM il 20 marzo a Milano un’occasione per parlare di scienza con i ricercatori Roberto Furlan, ISS San Raffaele di Milano e Ivano Eberini della Statale di Milano

 

 

Per festeggiare i 50 anni di AISM – Associazione Italiana Sclerosi Multipla, si terrà una edizione speciale di Pint of Science il 20 marzo a Milano, alle ore 18.30 presso l’Ostello Bello in via Medici, 4. Il tema sarà “comunicare la scienza attraverso i social network”. Si parlerà di comunicazione scientifica e delle ultime novità di ricerca scientifica nell’ambito delle neuroscienze. A parlarne davanti un boccale di birra saranno due illustri ricercatori milanesi: il neuroscienziato impegnato da anni nella ricerca sulla sclerosi multipla, Roberto Furlan (ISS - San Raffaele, Milano, Responsabile dell'Unità di Neuroimmunologia Clinica dell'Istituto di Neurologia Sperimentale, Divisione di Neuroscienze)  e Ivano Eberini – della Statale di Milano.

 

I due ricercatori faranno il punto sulla ricerca scientifica sul cervello, abbracciando l’argomento con un’ampia panoramica per parlare di neuroscienze cognitive, di connettomica, di come il cervello opera nel prendere decisioni ed elaborare risposte, proponendo alcuni giochi interattivi col pubblico. Più nel dettaglio, si andrà anche a vedere gli avanzamenti che riguardano l’ambito cellulare e molecolare del cervello, fino ad affrontare il tema di cosa avviene quando qualcosa non funziona, come nel caso della sclerosi multipla, la più frequente malattia neurologica dei giovani adulti. Ci sarà anche un focus su come la ricerca ha trovato risposte e nuove terapie e in quali ambiti ci sia ancora molto da fare per alleviare i disagi e le sofferenze delle persone con sclerosi multipla.

 

Si affronterà anche l’argomento inerente la divulgazione scientifica sui nuovi media digitali per rispondere alla domanda: Cosa succede quando la ricerca scientifica entra nei social network? Oggi social offrono all’opinione pubblica strumenti di divulgazione assolutamente inimmaginabili fino a poco tempo fa. I social sono una grande occasione per far sentire i cittadini parte integrante della strada verso la conoscenza. Comunicare attraverso i social network a volte però richiede particolare attenzione da parte di produttori e distributori dei contenuti, esponendo gli argomenti al rischio di “epic fail” e di criticità, che bisogna essere pronti a gestire.

 

La celebrazione dei 50 anni dell’Associazione Italiana Sclerosi Multipla (AISM) rientrano in questo talk show, in quanto la ricerca scientifica svolta da AISM con la sua Fondazione è stata pioneristica in tutti i campi di ricerca a partire dalla ricerca sulle cellule staminali. Sarà anche una occasione per parlare della malattia attraverso la testimonianza di giovani con SM e attraverso un video realizzato dall’associazione.

 

L’evento, che rientra nella campagna di azione di AISM per i 50 anni caratterizzato con #SMuoviti, si concluderà con una vera torta di compleanno offerta a tutti i partecipanti.

 

“Pint of Science è un evento completamente gratuito che porta la divulgazione della scienza nei pub di Italia.  Dal 14 al 16 maggio si terrà nei principali pub italiani l’evento di divulgazione scientifica internazionale, giunta alla 4° edizione organizzato dall’Associazione “Pint of Science Italia”. La manifestazione si svolgerà contemporaneamente anche in 11 paesi al mondo (Regno Unito, Francia, Germania, Giappone, Tailandia, Austria, Spagna, Australia, Canada, Sud Africa e Brasile) rendendola di fatto la più grande manifestazione mondiale del suo genere.

 

L’Associazione Italiana Sclerosi Multipla, insieme con la sua Fondazione, è l’unica organizzazione in Italia che da 50 anni interviene a 360° sulla sclerosi multipla per promuovere, indirizzare e finanziare la ricerca scientifica, promuovere ed erogare servizi sanitari e sociali nazionali e locali, rappresentare e affermare i diritti dei 114 mila italiani colpiti dalla malattia affinché siano pienamente partecipi e autonomi.



Cerca la notizia


  • Facebook
  • Twitter
  • Flickr
  • Medium
  • Pinterest
  • Canale Youtube
  • Instagram
  • forum
Questo sito utilizza i cookie (propri e di altre parti) per migliorare la tua navigazione.
Proseguendo autorizzi l’uso dei cookie.
Leggi l'informativa
accetto